IL COORDINAMENTO DELLE ASSOCIAZIONI PROTEZIONISTICHE VICENTINE VENUTO A CONOSCENZA DEI GRAVI ED EFFERRATI ATTI DI BRACCONAGGIO COMPIUTI DA UN CACCIATORE NEI PRESSI DEL LAGO DI FIMON, HA DECISO DI METTERE UNA TAGLIA DA RICONOSCERE A CHIUNQUE DIA INFORMAZIONI CHE PERMETTANO L’IDENTIFICAZIONE DI QUESTO AUTENTICO “INFAME”

Da settimane negli ambienti dei cacciatori di Arcugnano si vocifera sulle gesta di questo bracconiere, qualcuno di loro indignato, ha cominciato a parlarne all’esterno, ora dal Tormeno a Longare sono in molti che potrebbero conoscerne l’identità.
Ma per quale motivo alcuni cacciatori si sono indignati? Di cosa si è macchiata questa persona?