RAFFICA DI DENUNCE DALLE GUARDIE ZOOFILE IN PERLUSTRAZIONE NELL’ ALTA VALLE DELL’AGNO, NEL SENTIERO CHE DA MALGA RIALTO PORTA A BOCCHETTA MARANA

NEI FORTINI DA CACCIA RINVENGONO VASI DI MUNIZIONI ABBANDONATE, COSTRUZIONI ABUSIVE, DANNI ALLE SPECIE ARBOREE, ABBANDONDONO DI RIFIUTI IN TUTTA L’AREA, UN AUTENTICO SCEMPIO.

Alcune segnalazioni circostanziate, arrivate in sede ENPA, hanno fatto scattare i controlli delle guardie zoofile che hanno perlustrato sabato scorso il sentiero che da malga Rialto in comune di Valdagno si snoda fino a “bocchetta Marana” Che si trova a quasi millequattrocento metri di altitudine.  Seguendo il sentiero che scorre sul crinale, si sono imbattute in oltre trenta postazioni da caccia, le strutture costruite sulle sommità di ogni piccolo promontorio sono costituite principalmente di legno e ferro, spesso in pietra, degli autentici fortini lunghi anche dieci metri.