VICENZA, ZONA FERROVIERI. SOPRALUOGO DEL C.P.V. IN SEGUITO ALLE DICHIARAZIONI DEL SINDACO VARIATI CHE TUONAVA CONTRO NUTRIE TASSI E VOLPI

TROVATE TANE DOVE I CASTORINI SONO STATI SEPOLTI VIVI. PRESSAPOCHISMO, INCURIA E DILETTANTISMO NEI LAVORI

A seguito della piena del fiume Retrone avvenuta dopo le abbondanti precipitazioni dei primi giorni di febbraio il Sindaco di Vicenza Achille Variati ha tuonato contro i soliti castorini, ritenuti responsabili dell’indebolimento degli argini, aggiungendo tassi e volpi.

Per conoscere la situazione e per dare la corretta informazione alla cittadinanza il Coordinamento Protezionista Vicentino con i propri tecnici coordinati dalle guardie Zoofile Dell’E.N.P.A., ha effettuato due distinti sopralluoghi il 16 e il 23 di febbraio.
Il lavorò è stato svolto nella parte terminale del fiume che và dal parco del retrone alla confluenza con il bacchiglione.

Posto che i problemi derivati dalle tane delle nutrie, si pongono esclusivamente nel caso degli argini che si ergono sopra il piano campagna, e che siano il prolungamento verso l’alto della sponda del fiume, i lavori si sono concentrati sull’argine destro, l’unico interessato dagli scavi del castorino.