Anche il singolo cittadino può fare molto per aiutare gli animali selvatici, specialmente durante i periodi più difficili come l’inverno.
Spesso basta davvero poco, una piccola mangiatoia ben rifornita, anche autocostruita, riduce o elimina la mortalità dei piccoli passeriformi che nell´arco di un inverno raggiunge anche il 70% di una sola popolazione.

Mangiatoie

Oltre ad essere considerata una “buona azione” nei riguardi dei piccoli uccelli, l’osservazione dei frequentatori della mangiatoia è sicuramente un’attività interessante, specie per i bimbi più piccoli che avranno la possibilità di guardare da vicino pettirossi, merli, cinciallegre, capinere e i tanti altri uccelli che non tarderanno ad accorgersi della presenza di cibo.
Un modo nuovo di conoscere alcuni piccoli segreti della fauna, come i comportamenti sociali di alcuni uccelli, ma anche di responsabilizzare il bambino e farlo avvicinare al mondo della natura, senza arrecare disturbo.
Le mangiatoie possono essere installate sia nei giardini che nei terrazzi e nei balconi.

Tipologie di mangiatoie

Tipico spettacolo che si può ammirare con una mangiatoia, in questo caso negli Stati Uniti. Fonte wikipedia

In commercio ne esistono molti tipi: a casetta, tubolari, trasparenti, in plastica, in legno. La forma della mangiatoia ha però una funzione importante: selezionare l’ingresso ad alcune specie vietandole ad altre che non ne hanno bisogno. Così, una mangiatoia a casetta riserverà l’ingresso solo ai piccoli passeriformi, mentre quelle “a rete” saranno frequentate da alcuni degli uccellini più colorati e agili, come la cinciallegra e la cinciarella.
Un gioco divertente da fare con i bambini, è aiutarli a costruire la mangiatoia anziché acquistarla; l’importante è utilizzare materiali ecologici (legni non trattati chimicamente e vernici non tossiche), facendo attenzione a non usare colori troppo vivaci a cui gli uccelli non sono abituati: consigliamo eventualmente il verde scuro e il marrone, colori mimetici (a imitazione di alberi, fronde e foglie) e familiari ai volatili selvatici.

In effetti l’unico vero limite è la propria fantasia. Qualora la mangiatoria non sia un capolavoro, sappiate che ai nostri amici uccelli non importerà, loro sanno apprezzare meglio di noi l’impegno e saranno comunque molto felici di venire a farvi visita.
L’unica cosa davvero importante è rifornire con costanza la mangiatoia ed evitare che questa rimanga vuota per lungo tempo.
Questo è dovuto al fatto che nei mesi freddi, quando il cibo è più scarso, i volatili che visiteranno la mangiatoia diventeranno completamente dipendenti da essa per il nutrimento. Ciò non è un fatto sbagliato, perché senza di essa con tutta probabilità sarebbero morti di stenti e di freddo. Un uccellino in una sola notte rigida per mantenere costante la sua temperatura corporea può arrivare a perdere il 35% della sua massa corporea, e al mattino trovare la mangiatoia piena o vuota può fare la differenza. Una volta tornata la bella stagione si potrà sospendere l’alimentazione, e gli uccelli non tarderanno a tornare alle loro abitudini naturali. Ciò è davvero molto importante per gli uccelli insettivori, perché così potranno svolgere la loro importantissima funzione di predare gli insetti nocivi.

Se la mangiatoia non viene subito utilizzata…

Portare pazienza! Gli uccelli potrebbero metterci un po’ di tempo ad abituarsi alla mangiatoia perché rappresenta una variazione all’interno del loro territorio, sia esso un giardino o un terrazzo.
L’avifauna selvatica è estremamente sospettosa, considerando anche il fatto che in Italia la sua stessa sopravvivenza è messa a repentaglio da attività umane come la caccia: in altri Paesi i piccoli volatili arrivano a mangiare sulle mani dell’uomo, proprio perché regna un rispetto più profondo verso gli animali selvatici.

Esempi pratici

Senza dilungarsi eccessivamente nel descrivere varie tecniche costruttive, ci limiteremo a fornire alcuni link utili. Comunque, usando il proprio motore di ricerca preferito non è difficile trovare molte risorse che spiegano dettagliatamente come costruire mangiatoie di ogni tipo.

Dal sito della Lega Italiana Protezione Uccelli
Dal sito della Lega Italiana Protezione Uccelli / sezione di Venezia
Mangiatoia da qualche bottiglia di plastica
Altra idea tanto semplice quanto geniale
Riusare il cartone del latte!!!
Per gli amanti del “fai da te”: Un ottimo progetto e un altro che non ha nulla da invidiare.
Chiunque volesse segnalare un bel progetto o una bella idea è il benvenuto, basterà scriverci.

Una Cinciarella (Cyanistes caeruleus) che sgranocchia arachidi. Fonte wikipedia